Logo 1
logo 2
Consulente Ispirativa Olistica
Vai ai contenuti

Dalla Tensione Emotiva, alla Vibrazione Creativa!

armonia studio olistico
  
Siamo Esseri che vivono emozioni o emozioni che vivono gli esseri?!

Emozioni; un processo in continua evoluzione, un onda temporale che arriva, passa e va!
Si dice che le emozioni vengano espresse universalmente, ovvero da tutti in qualsiasi luogo, tempo o cultura con modalità simili.
Dunque non hanno una specifica proprietà; non sono “Mie” o “Tue”?!   
Le emozioni ci fanno sentire “su” o “giù”, fungono da regolatore di tensione emotiva che permette di utilizzare tutta l'energia a disposizione o parzializzarla, ed eventualmente modificarne anche la frequenza.  
Ma allora questo regolatore è vincolato o variabile, e soprattutto chi lo gestisce!?!
E se avessimo utilizzato le emozioni per tenere bassa la vibrazione dell'Essere???

Mentre si fa sempre più chiara la consapevolezza di aver autonomamente attivato una dinamica di depotenziamento, necessaria, fin dall'inizio a sincronizzare l'Essere in questa realtà delle forme.
Dove la personale competizione del singolo ha sempre dato valore totale alla separazione, alla dualità. Senza lasciare spazio alla naturale e volontaria libertà di collaborazione.
E' altrettanto limpido che, proprio ora, un NUOVO PUNTO DI EQUILIBRIO sta modificando questa dinamica obsoleta.
La tensione sta cambiando e le emozioni possono diventare un valido strumento potenziante, nella creazione di una nuova onda A-temporale, che prende coscienza dell'Uno all'origine del Tutto.
Dalla TENSIONE EMOTIVA alla VIBRAZIONE CREATIVA!
Un nitida chiarezza di come il Naturale stato dell'Essere abbia "scelto" di occultare a se stesso l'Unità, utilizzando abilmente l'emotività personale come depotenziante, utile ad abbassare la vibrazione per conformarsi alla massa:
"Non sono in grado di..." piuttosto che, "guarda quale ingiustizia sto subendo", “ma guarda quello cosa fa!”
come anche:
"Meraviglioso! Spero che la felicità di questo momento duri in eterno".
Diventano infallibili strategie emotive, utili per "scendere" al piano umano e vivere la realtà duale.

Come altrettanto infallibile è il piano dell'Essere per tornare a casa!

Tornare all'Uno è naturale ad un certo punto dell'esistenza umana, e così la nebbia della separazione si dirada ed emergono chiare tutte le dinamiche che abbiamo vissuto finora.

Tanto che, instabili nella persona, si inizia a prendere contatto in modo sempre più stabile con il silenzioso e pacifico stato da cui ogni cosa emerge, compresa la persona stessa.  
Iniziamo a vedere le onde emotive e a discernere quali emozioni utilizzare per la prossima onda; così ad un tratto, diventa lampante individuare di quale abitualmente usiamo e abusiamo per tenere bassa la vibrazione dell'Essere, rimanendo ciechi.

Ma ora il gioco si fa chiaro, sappiamo regolare il limitatore e sappiamo anche che, aprendo a tutta l'energia disponibile torniamo allo spazio da cui siamo venuti.
Dunque cos'altro è possibile percepire della vita senza quel limite emotivo?!

Fino ad ora abbiamo vissuto le emozioni in una visione personale della realtà fatta di superiorità o inferiorità.
Ci siamo sentiti gratificati o esclusi!

Abbiamo imparato a salire e scendere le montagne russe, siamo diventati abili surfisti che cavalcano le onde, ma ora siamo l'onda stessa che prende forma; si alza, si smorza e a volte si infrange.
In continua libera espansione e contrazione, è ora possibile guardare oltre l'onda emotiva e trovar-Sè.
Una pacifica osservazione che alza la frequenza anche della discendenza karmica, di cui vediamo l'onda emotiva ereditata e lasciamo che si infranga modificandone la forma. Non importa più che sia paura, rabbia e a cascata, mancanza di autostima e sfiducia, tristezza o perfino gioia! Ma è essenziale, osservarla mentre si infrange e si trasforma in altro senza trattenerla.

Quante volte ho usato inconsciamente l'entusiasmo per uscire da situazioni scomode?!
Eh si! Anche le emozioni che definiamo positive sono un motore, utili a muoverci o a rimanere apparentemente fermi.

Possiamo in questa ampia visione scorgere come le emozioni, e anche la persona, siano semplicemente un mezzo?!
Come un autobus che porta l'Essenza in un altro punto?
Non è un punto geografico ovviamente, ma uno stato di nuova consapevolezza, una diversa vibrazione e situazione.
Le emozioni non sono di nostra proprietà ma un potenziamento momentaneo. Un "motore emotivo" che guidiamo abilmente senza identificarci con esso, e soprattutto senza subirlo!
E senza farci investire dall'autobus!!!

Cosa rimane o meglio cosa c'è sempre stato nascosto dietro, non solo alle emozioni, ma ai doveri, alle occupazioni e pre-occupazioni del ruolo che abbiamo assunto?!
Forse nutrendo l'inconsapevole pensiero, che senza la persona sparirà improvvisamente la consapevolezza?

Non so! Ma in ogni caso abbiamo nascosto la massima potenza disponibile.
Il Tutto è possibile!
Nella capacità di richiamare un ricordo per deprimerci o esaltarci si cela la fondamentale capacita di essere naturalmente privi di pensieri e preoccupazioni.

L'onda che Siamo può salire e scendere, creare o dissolvere e questo spaventa più di qualunque ostacolo mai affrontato o immaginato.
Non c'è più una forma da aggredire o incolpare ma il vuoto totale, il potenziale in cui lanciarsi con fiducia abbandonando ogni riferimento e ogni identità.
Uno spazio di cui non è più la lotta lo strumento ma l'Amore. Nulla oppone più resistenza, nessun appiglio egoico, ma un'avvolgente dissoluzione che apre uno spazio infinito.

Tranquilla personalità, non si perde nulla e nessuno viene lasciato indietro!

La forma muta ma non muta la sua sostanza, la vita non cambia ma diventa Vitale!


Da sempre SOLVE ET COAGULA. (dissolvi ed unisci).

Ritrovi passione e fiducia, lo sforzo a poco a poco diventa un ricordo lontano e tutto fluisce, perché è lo stato naturale di ogni Essere accogliere la vita in ogni sua forma ed esperienza.

Il "tuo" stato è un FLOW accogliente, che abbraccia la persona che credevi di essere e la sostiene nelle avventure di ogni ciclo chiamato giorno, mese, anno, vita o vite, rispecchiando non più quello che Devi o che Vuoi, ma ciò che Sei!

Vi saluto con una domanda....
E' possibile vivere l'emozione senza che l'emozione sia necssaria per vivere, vivere la persone senza che la persona sia necesaria per Essere?1



Nessun commento
WELCOME!
Benvenuto ad armonia
ISCRIVITI alla NEWSLETTER
armonia di Donatella Pederzoli
professionista di cui alla legge 4/2013
p.i 03431950363
armonia@armonia-life.com
via grande rosa, 399
41019 Limidi di Soliera (MO)

Torna ai contenuti